L'Associazione Apertamente, senza fini di lucro, ha lo scopo di promuovere e diffondere i valori e la cultura del riformismo, i valori della giustizia sociale e delle libertà civili. Nel solco della storia e della cultura del socialismo democratico e del liberalismo, l'Associazione si propone di affrontare i diversi temi politici, economici e sociali, attraverso il metodo dell'analisi e della discussione. L'Associazione si propone di realizzare occasioni pubbliche di incontro e dibattito al fine di diffondere e radicare nella società un approccio intellettuale concreto ed oggettivo nell'analisi dei problemi del mondo contemporaneo, con particolare riguardo alla realtà locale/regionale.
2 Agosto 2020

A quarant’anni dalla strage di Bologna

di Gianni Oliva del 2/8/2020 2 agosto 1980, alle 10.25 un boato sconvolge la stazione ferroviaria di Bologna: una valigetta con un ordigno a tempo (23 kg di esplosivo, una miscela di tritolo, T4 e nitroglicerina), scoppia causando il crollo dell’ala ovest dell’edificio, mentre l’onda d’urto investe il treno Adria Express, fermo sul primo binario, e distrugge 30 metri di pensilina. Il 2 agosto è sabato, fine settimana del grande esodo: in un’epoca in cui le ferie sono ancora concentrate […]
30 Luglio 2020

Se ne parla poco e il risultato pare scontato

di Paolo Polli del 30/7/2020 Il 20 e 21 settembre 2020 si voterà per il Referendum sul taglio dei parlamentari: referendum popolare confermativo relativo all’approvazione del testo della legge costituzionale recante Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari.  Vediamo cosa dicono nel dettaglio gli articoli che saremo chiamati a modificare. Articolo 56. La Camera dei deputati è eletta a suffragio universale e diretto. Il numero dei deputati è di seicentotrenta, dodici dei […]
30 Luglio 2020

Quando Basaglia arrivò a Gorizia

di Alessandro Saullo del 30/7/2020 Franco Basaglia è stato un grande riformatore della salute mentale, in Italia e non solo. Al di là del fondamentale contributo per la storia della psichiatria, il suo lavoro è parte di quell’ampio movimento per i diritti civili che si è affermato in Italia e nel mondo nel corso degli anni ’60 e ‘70. I quaranta anni dalla sua scomparsa, risalente all’agosto del 1980, sono l’occasione per proporre una riflessione storica e culturale su quei […]
30 Luglio 2020

Statuto dei lavoratori

di Gianfranco Valenta del 30/7/2020 Sono passati 50 anni dalla promulgazione della legge 300/70 meglio conosciuta come statuto dei lavoratori. L’anniversario cade in un momento in cui il contesto economico  del nostro Paese, già da molto tempo in difficoltà, si è aggravato con il sopravvenire del corona virus i cui effetti negativi non sono ancora visibili in tutta la loro drammaticità. E’ bene ricordare che, nonostante il primo articolo della Costituzione stabilisca che la nostra nazione è fondata sul lavoro, […]
30 Luglio 2020

Nonturismo a Ussita (Marche)

Di Andrea Bellavite del 30/7/2020 Una viandante giunge ad Aiello, prima tappa dell’Iter aquileiense, bell’itinerario di dieci giorni a piedi, da Aquileia al Monte Lussari. Conosce chi scrive queste note e dopo qualche mese lo invita ad Ancona, a parlare, in un affollato e avvincente festival, della bellezza del camminare. A cena gli viene presentata l’esperienza della costruzione collettiva di guide nonturistiche, iniziata un paio d’anni prima. Al suo entusiasmo risponde la delusione di non aver ancora trovato un editore […]
30 Luglio 2020

Verso Est! Emigranti italiani in Jugoslavia

di Luke Gramith e Marco Abram da BalcaniCaucaso.org del 20/7/2020 Una manifestazione filo jugoslava attraversa Monfalcone all’incirca nel 1946 Furono in migliaia dopo la Seconda guerra mondiale a lasciare l’Italia per trasferirsi nella Jugoslavia socialista. Una storia di cui si è scritto molto nel corso degli anni, ma che due nuove ricerche rivisitano sulla base di documentazione inedita Tra il 1946 e il 1948, negli anni dell’apice di ciò che è stato chiamato l’Esodo giuliano dalmata, migliaia di italiani migrarono […]
30 Luglio 2020

Covid-19, con la chiusura delle scuole tutti risultano perdenti

di Francesco Sinopoli da Italiani Europei del 14/7/2020 La misura di quanto è accaduto e ancora accade nel mondo per ef­fetto della pandemia da Covid-19 è contenuta nei dati che quoti­dianamente la Johns Hopkins University rende noti. Mentre scrivo, la dimensione mondiale della pandemia nei primi mesi di questo tragico 2020 è giunta a oltre 10 milioni di contagi e a più di mezzo milione di decessi, con un tasso di guariti comunque elevato: 4,4 milioni di persone che hanno […]
30 Luglio 2020

D’Alema e la “politica democratica” per riformare il capitalismo

di Sergio Gentili da Striciarossa del 16/7/2020 Massimo D’Alema ha pubblicato un saggio, assai interessante, sobrio e accessibile: “Grande è la confusione sotto il cielo”. Quello che scrive non è il D’Alema conosciuto della politica attiva, ma il professore dell’Università Link Campus. Il tono dello scritto è da analista obiettivo. La sua analisi denuncia una crisi generale delle relazioni e delle istituzioni internazionali che oggi il coronavirus ha reso ancora più profonde. E sostiene che i paesi capitalistici dovrebbero prendere […]
14 Luglio 2020

A proposito di cretini

di Davide Strukelj del 14/07/2020 Accade in questa nostra città che se si pensa diversamente dall’amministrazione in carica si potrebbe essere apostrofati con l’epiteto “cretino”. Questo anche se si ritiene che una misura di salute pubblica, nei principi ipotizziamo pure condivisibile, abbia, diciamo così, delle declinazioni poco brillanti. Ma perché non mi devo sentire un cretino se penso diversamente da chi mi rappresenta? Per cominciare diciamo pure che la vera domanda eventualmente sarebbe la negazione della precedente, ovvero “perché talvolta […]
13 Luglio 2020

Perché ricordare il massacro di Srebrenica, venticinque anni dopo

di Tom Mockaitis da Internazionale del 10/7/2020 Il peggior massacro in Europa dopo la fine della seconda guerra mondiale è avvenuto venticinque anni fa, tra l’11 e il 19 luglio del 1995, quando le forze serbe di Bosnia trucidarono tra i settemila e gli ottomila uomini e ragazzi musulmani nella città di Srebrenica. Due anni prima del massacro le Nazioni Unite avevano designato Srebrenica come “area sicura” per i civili in fuga dai combattimenti tra il governo bosniaco e le […]

Un milione e 16,345 persone hanno visitato questo sito