L'Associazione Apertamente, senza fini di lucro, ha lo scopo di promuovere e diffondere i valori e la cultura del riformismo, i valori della giustizia sociale e delle libertà civili. Nel solco della storia e della cultura del socialismo democratico e del liberalismo, l'Associazione si propone di affrontare i diversi temi politici, economici e sociali, attraverso il metodo dell'analisi e della discussione. L'Associazione si propone di realizzare occasioni pubbliche di incontro e dibattito al fine di diffondere e radicare nella società un approccio intellettuale concreto ed oggettivo nell'analisi dei problemi del mondo contemporaneo, con particolare riguardo alla realtà locale/regionale.
12 Giugno 2024

Mirt Komel – Il Tiglio Spezzato

Le vicende personali del giornalista Erik Tlomm ci portano a Medsočje, cittadina situata nella valle dell’Isonzo. Durante questo soggiorno che per Erik avrebbe dovuto essere rigenerante e terapeutico, una giovane viene trovata morta, adagiata su un tiglio spezzato in due da un fulmine durante un forte temporale, proprio nel mezzo della piazza principale. Data la natura insolita del caso e della scena del crimine, interviene Dante D., brillante detective con cui Erik Tlomm stringe una collaborazione investigativa. Ma niente è […]
12 Giugno 2024

Alcune note a margine delle elezioni europee 2024.

Di Cosimo Risi             Lo spostamento a destra del complesso dell’elettorato è evidente. Non è tale da modificare radicalmente gli equilibri consolidati in seno al Parlamento europeo, è la spia di una tendenza o, se si vuole, di una controtendenza rispetto ad un europeismo che molti elettori percepiscono come artificioso se non velleitario. Il malcontento verso i governi nazionali e le istituzioni europee cerca la risposta semplice ma percepibile nella galassia nazional-populista, come la chiama Marc Lazar. La destra è […]
11 Giugno 2024

Non un martire, un grande europeo

di Andrea Zannini (Discorso pronunciato il 10 giugno 2024 alla commemorazione del Comune di Udine per il centesimo dell’uccisione di Giacomo Matteotti) E’ difficile fare oggi un discorso esclusivamente storico su Giacomo Matteotti dopo il turno elettorale europeo che si è chiuso questa notte. Non tanto per lo spostamento a destra del quadro europeo – ognuno può trarne le riflessioni che crede – quanto perché un europeo, un italiano, un friulano su due non è andato a votare. Il giudizio […]
9 Giugno 2024

Tre riforme per disfare l’Italia «O la va o la spacca»

Mentre si festeggia l’anniversario della Repubblica, il governo Meloni procede sulle tre riforme che spaccano l’Italia, una per ciascuno dei partiti della maggioranza. «O la va o la spacca», «chisseneimporta», le parole con le quali la Presidente del Consiglio accompagna la riscrittura della storia passata e futura. Per esprimere la propria determinazione a travolgere, con il cosiddetto “premierato”, l’assetto istituzionale disegnato dalla Costituzione del 1948, la presidente del Consiglio ha usato l’espressione «o la va o la spacca», quanto mai […]
9 Giugno 2024

La guerra perpetua.

Di Cosimo Risi Si inietta in dosi omeopatiche, la vittima non si accorge del veleno finché è troppo tardi, la dose è lenta quanto letale. Il veleno della guerra ci sta abituando al linguaggio della guerra. Peggio: all’attesa della guerra che, anche se non è ancora scoppiata sul nostro terreno, sta per scoppiare. Le dichiarazioni stampa di Vladimir Putin, per la prima volta da due anni è presente il cronista ANSA, e cioè di un paese ostile, rilanciano le uscite […]
9 Giugno 2024

Dei fatti e delle opportunità, ovvero quando la politica usa la storia

di Davide Strukelj A Monfalcone, negli ultimi giorni, a seguito della decisione di intitolare a Norma Cossetto una gradinata del locale porticciolo, è riaffiorato il tema della memoria storica e della sottostante opportunità politica. Nel commentare, vorrei partire da alcuni stralci di testi, presi a solo titolo di esempio, che riguardano proprio quei tempi gloriosi della storia italiana. “Si sentivano grida atroci di gente torturata, di giorno e di notte (…). Donne sconvolte, terrorizzate, con la schiena, il petto e […]
30 Maggio 2024

Di linee rosse che impallidiscono in rosate.

Di Cosimo Risi Di linea rossa, o red line per dirla in diplomatichese, ricordiamo quella tracciata da Barack Obama nei confronti della Siria di Bashar al-Assad. Se il Presidente siriano l’avesse superata adoperando le armi chimiche contro la sua stessa popolazione, gli Stati Uniti gli avrebbero dato una lezione da ricordare. Assad superò la linea rossa e fu salvato in corner da Vladimir Putin, il russo si fece garante della sua buona condotta. Allora funzionava il duopolio russo-americano, le due […]
23 Maggio 2024

Breve storia sentimentale dei Balcani

La storia di una parte d’Europa complessa, stratificata, eppure al centro di tutto. Sentimentale perché non è un trattato, ma una narrazione soggettiva, intima, di che cosa sono e che cosa rappresentano i Balcani. Breve perché non vuole essere esaustiva ma regalare al lettore suggestioni, immaginari e passioni. Floramo parte per un viaggio che esplora in profondità le geografie, le anime, la Storia attraversando il confine orientale per addentrarsi nella terra balcanica che sconfina verso gli Urali, segue il Danubio, […]
20 Maggio 2024

Liliana Segre in Senato, il discorso integrale sul premierato

“Signor Presidente, Colleghi Senatori, continuo a ritenere che riformare la Costituzione non sia una vera necessità del nostro Paese. E le drastiche bocciature che gli elettori espressero nei referendum costituzionali del 2006 e del 2016 lasciano supporre che il mio convincimento non sia poi così singolare. Continuo anche a ritenere che occorrerebbe impegnarsi per attuare la Costituzione esistente. E innanzitutto per rispettarla. Confesso, ad esempio, che mi stupisce che gli eletti dal popolo – di ogni colore – non reagiscano […]
20 Maggio 2024

In missione da Xi.

Di Cosimo Risi Ha stravinto le ennesime elezioni presidenziali, rimaneggiato la squadra di governo nella casella chiave del Ministero della Difesa, confermato il riluttante Ministro degli Esteri. Sta vincendo, ma non troppo, la campagna di Ucraina. Ha bisogno della legittimazione internazionale che gli manca dal fatale febbraio 2022. Il solo a poterla dare a Vladimir Putin è il quasi amico Xi jinpeng. Non che la Cina sia ostile alla Russia. Al contrario, la Russia è divenuta la principale fornitrice di […]
Galleria fotografica

Galleria fotografica

Se vuoi ripubblicare un nostro articolo sul tuo blog o sito internet puoi farlo utilizzando la dicitura "Questo articolo è stato originariamente pubblicato su Associazione culturale Apertamente " e indicando il nome dell'autore.

Le immagini presenti sul sito di Apertamente provengono da internet e da concessioni private. Le immagini possono essere eliminate se gli autori o i soggetti raffigurati sono contrari alla pubblicazione, inviando la richiesta tramite e-mail alla redazione: info@associazione-apertamente.org
background_43_

Un milione e 115,038 persone hanno visitato questo sito