L'Associazione Apertamente, senza fini di lucro, ha lo scopo di promuovere e diffondere i valori e la cultura del riformismo, i valori della giustizia sociale e delle libertà civili. Nel solco della storia e della cultura del socialismo democratico e del liberalismo, l'Associazione si propone di affrontare i diversi temi politici, economici e sociali, attraverso il metodo dell'analisi e della discussione. L'Associazione si propone di realizzare occasioni pubbliche di incontro e dibattito al fine di diffondere e radicare nella società un approccio intellettuale concreto ed oggettivo nell'analisi dei problemi del mondo contemporaneo, con particolare riguardo alla realtà locale/regionale.
23 Giugno 2020

L’amianto, una questione sociale per il territorio isontino e regionale

di Diego Moretti del 23/6/2020 Da diversi anni, il 28 aprile si celebra la giornata mondiale delle vittime dell’amianto. E’ la giornata in cui la parola “amianto” viene messa al centro: lo si fa per parlare delle conseguenze mortali sulle persone utilizzatrici e di chi ne veniva in contatto, per ricordare le decine di migliaia di persone morte in nome di un profitto fine a sé stesso, per non dimenticare e per essere vicini alle persone esposte che ancora oggi vivono tale situazione […]
23 Giugno 2020

Sviluppo sostenibile

di Paolo Liva del 23/6/2020 Anche nel dibattito di questi giorni, dopo il brusco blocco subito dall’economia internazionale per effetto del COVID19, è difficile intravedere un serio e realistico approfondimento su quale modello di sviluppo si vuole proporre,  per dare una prospettiva di vita migliore alla attuale ed alle future generazioni, per quanto ci riguarda di questo paese ma, sempre di più in un contesto internazionale. Sembra che la politica non abbia più ne la capacità ne la volontà di […]
23 Giugno 2020

Proteste a Lubiana

di Andrea Bellavite del 23/6/2020 Dalla fine di aprile, appena concluso il periodo di chiusura nei comuni, ogni venerdì sera a Lubiana si svolge una grande manifestazione di popolo. Tutto è iniziato con il disegno di piedi, incollati sull’asfalto, per aggirare il divieto di assembramento nel bel mezzo della crisi, come risposta alla denuncia dei sistemi di corruzione legati all’acquisto dei dispositivi di protezione dal covid-19.  Appena possibile, è divenuta poi iniziativa di ciclisti che univano l’esigenza di essere in […]
23 Giugno 2020

Bōchōtei Vite che non vedono l’oceano

di Enrico Graziani da ERODOTO 108, numero 27, Bottega Errante Edizioni Barriere di cemento per proteggere dallo tsunami i porti e le coste del Tōhoku. Ma i cittadini sentono di essere stati “ingabbiati” e non accettano la separazione dal loro mare La data è di quelle che non si dimenticano: 11-3-11, palindroma, ma nessuno ha fatto caso a questa particolarità mentre avveniva ciò per cui oggi tutti la ricordano: great east Japan earthquake and tsunami. il terremoto più violento mai […]
23 Giugno 2020

L’Europa e il passato coloniale: la memoria che manca

di Lorenzo Ferrari da Osservatorio Balcani Caucaso del 26/3/2020 Benché sia stato un fenomeno distintamente europeo, il colonialismo continua a essere ricordato quasi solo a livello nazionale. Una risoluzione del Parlamento europeo potrebbe ora contribuire a farlo entrare nello spazio europeo della memoria Agli occhi di chi vive nel resto del mondo, c’è almeno una cosa che accomuna gli europei: l’essere stati, per secoli, colonizzatori di altre terre. Dai massacri dei conquistadores alle scoperte di James Cook, dal vicereame dell’India […]
23 Giugno 2020

La statua di Montanelli ci spiega perché l’Italia non è innocente

di Francesca Coin da Internazionale del 17/6/2020 La lotta iconoclastica che sta attraversando le piazze del mondo pone al centro del dibattito internazionale il tema della memoria e dei criteri che ogni società sceglie per rappresentare se stessa attraverso la toponomastica, gli anniversari, i monumenti e gli eroi che decide di celebrare o di far cadere nell’oblio. In Italia al centro di questa discussione c’è Indro Montanelli. Celebre giornalista e fondatore del quotidiano il Giornale, convinto fascista in giovane età, […]
13 Giugno 2020

La scuola ai tempi del coronavirus

di Fabio Fiori del 13/06/2020 “Algebra: lezione ONLINE ore 8:05 PUNTUALI; ripasso principi di equivalenza, esercizi differenziati, vedi consegna”, trascrivo dal registro elettronico di un giorno di marzo. Incominciava la terza settimana di scuola ai tempi del coronavirus. Una definizione ormai abusata, ma chiarissima per tutti, che fin dal primo momento ha rievocato in me il parallelo con il romanzo di Gabriel García Márquez, “L’amore ai tempi del colera”. Perché la scuola è amore, perché il coronavirus è un’epidemia. Anche […]
13 Giugno 2020

Il modello produttivo Fincantieri e la sua sostenibilità sociale nel territorio monfalconese

di Paolo Luigi Maschio del 13/06/2020 Da tempo nel dibattito politico locale le conseguenze di carattere sociale, di sicurezza e di legalità indotte dalle elevate attività produttive della grande fabbrica in una città ed un territorio relativamente piccolo, ma con alta densità industriale, portano taluni a ritenere insostenibile il modello produttivo adottato dal Cantiere navale di Panzano.             Se si parte dalla convinzione che si ha a che fare con problemi complessi e si vuole come credo evitare che questa […]
13 Giugno 2020

Cambio di rotta

di Carlo Pegorer del13/06/2020 Da più parti sorge la richiesta di un necessario cambio di rotta nella politica in modo da consentire alla discussione pubblica di poggiare su un altro binario: quello della concretezza dei progetti e della individuazione dei soggetti chiamati a realizzarli. Sono tre i protagonisti di questo possibile salto di qualità: il lavoro, la rete delle imprese, le istituzioni ai vari livelli di responsabilità. Finita l’emergenza, ma dentro una crisi sanitaria sempre latente, e di fronte a […]
13 Giugno 2020

I burocrati non studiano Parmenide

di Davide Strukelj del 13/06/2020 Gli effetti della burocrazia, le sue macchinosità e i suoi metodi spesso inafferrabili riappaiono ciclicamente sulla scena della cronaca. Così è stato anche di recente per le nomine e le successive revoche dei vertici di alcuni enti locali. Si tratta indubbiamente di un argomento delicato e non sempre di facile comprensione, e anche spesso oggetto di attenzioni e appetiti più o meno dichiarabili. Non intendo addentrarmi nelle complicate vicende del caso, credo di non averne […]

Un milione e 14,173 persone hanno visitato questo sito