L'Associazione Apertamente, senza fini di lucro, ha lo scopo di promuovere e diffondere i valori e la cultura del riformismo, i valori della giustizia sociale e delle libertà civili. Nel solco della storia e della cultura del socialismo democratico e del liberalismo, l'Associazione si propone di affrontare i diversi temi politici, economici e sociali, attraverso il metodo dell'analisi e della discussione. L'Associazione si propone di realizzare occasioni pubbliche di incontro e dibattito al fine di diffondere e radicare nella società un approccio intellettuale concreto ed oggettivo nell'analisi dei problemi del mondo contemporaneo, con particolare riguardo alla realtà locale/regionale.
8 Luglio 2020

Ennio Morricone, in memoriam

di Piero Zardo da Internazionale del 6/7/2020 Quando Clint Eastwood gli consegnò l’Oscar alla carriera, nel 2007, Ennio Morricone, classe 1928, disse che quello non era un punto d’arrivo ma “un punto di partenza” per migliorarsi “al servizio del cinema e al servizio anche della mia personale estetica sulla musica applicata”. Con grande umiltà il musicista, compositore, direttore d’orchestra e insegnante (in una parola: maestro) ha sorvolato sul fatto che la sua estetica un’impronta sulla musica applicata l’aveva già impressa […]
8 Luglio 2020

Narodni dom Il vero battesimo dello squadrismo organizzato

di Ravel Kodrič del 8/7/2020 A 100 anni dall’assalto squadrista che a Trieste dette alle fiamme il Narodni dom con annesso Hotel Balkan – “il vero battesimo dello squadrismo organizzato”, come lo definì Renzo De Felice – nonché a 115 anni dalla sua inaugurazione, la vicenda storica che lo investì – in seguito agli esiti territoriali della Grande Guerra sul confine orientale – si presterebbero a svariate considerazioni. Si potrebbe spaziare dalla storia dell’urbanistica e dell’architettura alla storia politica, dalla […]
8 Luglio 2020

Dall’accordo della guerra alla divisione nella pace

di Enrico Cernigoi del 8/7/2020 I rapporti tra gli stati europei occidentali e orientali, mai stati improntati alla fiducia reciproca, erano peggiorati dopo la sollevazione bolscevica dell’ottobre 1917. E non poteva non essere altrimenti. Il massimo responsabile della politica inglese, Winston Churchill, tra il 1918 e il 1920, era stato   un acceso sostenitore dell’intervento militare occidentale nella Russia sovietica al fine di ristabilire l’ordine ed eliminare i comunisti. Difficilmente, senza ragioni superiori, avrebbe potuto concepire alleanze con questi ultimi. Quindi, […]
8 Luglio 2020

All the Time in the World e la presidenza tedesca UE.

di Cosimo Risi del 8/7/2020 “We have all the time in the world / Just for love / Nothing more, nothing less”. Louis Armstrong cantava l’inno all’ottimismo  con l’inconfondibile accompagnamento della tromba.             Il programma della presidenza tedesca del Consiglio è un inno all’ottimismo della volontà politica dopo il pessimismo dell’intelligenza finanziaria. Nella crisi 2008 – 13 il dogma dell’austerità di bilancio promanava da Berlino per invadere il continente a danno degli stati membri più esposti. Circoli influenti ipotizzavano se […]
8 Luglio 2020

Appunti partigiani sulla Resistenza e sulla collaborazione dei movimenti di liberazione italo-jugoslavi

di Enrico Bullian del 8/7/2020 La ristampa di una mostra necessaria: “22 maggio ’44 la battaglia di Peternel. Quando il Collio s’infiammo di ciliegie e di sangue”. Testi di Luciano Patat; idea e realizzazione di Bruno Cucit; con riproduzione del dipinto di Sergio Altieri. Prossima esposizione presso il Municipio di Turriaco, organizzata dall’ANPI -Comitato Provinciale di Gorizia Motivazione dello scritto e della ristampa di una mostra Ci sono sempre state polemiche attorno alla Resistenza e alla collaborazione fra le formazioni […]
8 Luglio 2020

Il cambiamento non vincerà senza un movimento popolare

di Sergio Gentili da Strisciarossa dell’8/7/2020 La crisi dell’Italia viene da lontano. Da quella economica e sociale del 2008non si è ancora usciti. Ad essa si è sommata la crisi sanitaria del covid che ha modificato e aggravato pesantemente tutta la situazione sociale ed economica. La stessa crisi politica,apertasi col governo Monti, non è ancora risolta. Fino ad oggi, la separazione tra istituzioni e bisogni popolari, tra politica e forze sociali non ha trovato canali certi e solidi di fiducia […]
23 Giugno 2020

L’amianto, una questione sociale per il territorio isontino e regionale

di Diego Moretti del 23/6/2020 Da diversi anni, il 28 aprile si celebra la giornata mondiale delle vittime dell’amianto. E’ la giornata in cui la parola “amianto” viene messa al centro: lo si fa per parlare delle conseguenze mortali sulle persone utilizzatrici e di chi ne veniva in contatto, per ricordare le decine di migliaia di persone morte in nome di un profitto fine a sé stesso, per non dimenticare e per essere vicini alle persone esposte che ancora oggi vivono tale situazione […]
23 Giugno 2020

Sviluppo sostenibile

di Paolo Liva del 23/6/2020 Anche nel dibattito di questi giorni, dopo il brusco blocco subito dall’economia internazionale per effetto del COVID19, è difficile intravedere un serio e realistico approfondimento su quale modello di sviluppo si vuole proporre,  per dare una prospettiva di vita migliore alla attuale ed alle future generazioni, per quanto ci riguarda di questo paese ma, sempre di più in un contesto internazionale. Sembra che la politica non abbia più ne la capacità ne la volontà di […]
23 Giugno 2020

Proteste a Lubiana

di Andrea Bellavite del 23/6/2020 Dalla fine di aprile, appena concluso il periodo di chiusura nei comuni, ogni venerdì sera a Lubiana si svolge una grande manifestazione di popolo. Tutto è iniziato con il disegno di piedi, incollati sull’asfalto, per aggirare il divieto di assembramento nel bel mezzo della crisi, come risposta alla denuncia dei sistemi di corruzione legati all’acquisto dei dispositivi di protezione dal covid-19.  Appena possibile, è divenuta poi iniziativa di ciclisti che univano l’esigenza di essere in […]
23 Giugno 2020

Bōchōtei Vite che non vedono l’oceano

di Enrico Graziani da ERODOTO 108, numero 27, Bottega Errante Edizioni Barriere di cemento per proteggere dallo tsunami i porti e le coste del Tōhoku. Ma i cittadini sentono di essere stati “ingabbiati” e non accettano la separazione dal loro mare La data è di quelle che non si dimenticano: 11-3-11, palindroma, ma nessuno ha fatto caso a questa particolarità mentre avveniva ciò per cui oggi tutti la ricordano: great east Japan earthquake and tsunami. il terremoto più violento mai […]

Un milione e 14,441 persone hanno visitato questo sito