Apertamente

di David Bidussa da Italiani Europei del 17/4/2018 - Su “The Washington Post” lo scorso 20 febbraio è comparso un lungo editoriale nel quale si sottolineava come in Europa il revisionismo storico stia assumendo le vesti della svalorizzazione della lotta al fascismo. 1 Lo stesso giorno in Italia, il “Corriere della Sera” ha pubblicato un’intervista a Giampaolo Pansa, in cui quest’ultimo affermava, smentendo se stesso,2 che la storia della Resistenza, così come ci è stata raccontata, è un falso. È interessante il doppio passaggio: nel primo caso il tema è la rivendicazione della dignità della storia di chi ha perso; nel secondo caso l’affermazione di chi sarebbe legittimato a raccontare il passato, in conseguenza di appartenere, avrebbe detto Prezzolini, alla “società degli apoti”, quelli che non la bevono e che per questo sono inequivocabilmente non solo nel giusto, ma soprattutto nel vero.

Leggi tutto...

News - Italia

di Matteo Zola da East Journal del 3/4/2018 - C’è una storia che non abbiamo capito, e continuiamo a non capire, ed è la storia dell’Europa centro-orientale. Il vizio di guardare a Praga, a Budapest, a Varsavia con le stesse categorie concettuali con cui si guarda a Parigi, Londra e Berlino, è antico. L’errore di prospettiva risulta ancora più evidente per gli eventi del secolo scorso, e in particolare per la Primavera di Praga. Breve riassunto dei fatti. I fatti sono noti. Era il 5 gennaio del 1968 quando Alexander Dubček venne eletto segretario del Partito comunista cecoslovacco, un’elezione che portò alle dimissioni del vecchio Antonín Novotný dalla carica di presidente,

Leggi tutto...

News - Europa

di Giulio Marcon da Sbilanciamoci del 4/4/2018 - Per ricostruire un insediamento sociale, identità collettive – alternative a quelle illusorie offerte da M5S e Lega agli elettori in fuga dalla sinistra – e una rappresentanza politica dei ‘perdenti’: quel 90% di italiani che sta peggio di 20 fa. Il mio articolo “Le macerie della sinistra”, del 22 marzo scorso sull’Huffington Post e su www.sbilanciamoci.info ha provocato critiche, richieste di chiarimenti e domande su come andare avanti. Le proposte su come continuare sono già nelle conclusioni di quell’articolo: rinnovare la cultura politica, lavorare nella società, praticare la politica dal basso, continuare nella “lunga marcia nelle istituzioni”. Sì, ma in pratica che potremmo fare?

Leggi tutto...

News - Italia

di Elettra Sofia Mauri da East Journal del 20/3/2018 - Forse non tutti sanno che le mura dello zoo di Varsavia conservano un’incredibile storia vera di amicizia ed eroismo, avvenuta durante la Seconda Guerra Mondiale. La signora dello zoo di Varsavia (The Zookeeper’s Wife, 2017), distribuito in Italia in dvd dall’8 marzo 2018, racconta proprio questa storia: quella dello zoologo Jan Żabisńki e di sua moglie Antonina, responsabili della gestione dello zoo nella capitale polacca, che tra il 1939 e il 1945 misero in salvo circa 300 ebrei nascondendoli all’interno della loro struttura. Gli Żabisńki ottennero il riconoscimento di Giusti tra le Nazioni nel 1965 per le loro azioni eroiche.

Leggi tutto...

News - Europa

di Giuseppe Di Stefano - Il pensiero politico di Hannah Arendt (recuperiamo l’originario significato del concetto di libertà politica). In questo breve articolo intendo trattare un argomento molto importante per la cultura “occidentale”: il vero significato del concetto di “democrazia”. Ciò, credo, nella speranza di trovare nuove strade che guidino l’azione politica, che in questi tempi difficili è in grande crisi, soprattutto di credibilità. La parola democrazia deriva dal greco, appunto, da demos (popolo) e kratos (potere). Il termine democrazia (demokratia) può essere inteso in vari modi connettendo le parole popolo e potere: ad esempio la democrazia può essere definita come potere del popolo, cioè esercitato dal popolo o in nome del popolo, oppure può essere definita come potere esercitato a vantaggio del popolo.

Leggi tutto...

News - Notizie

di Giuseppe Mazza da Articolo 1 del 19/4/2018 - Come comunicatore, mi chiedo ogni giorno in cosa consista il significato civico del mio mestiere, quale sia il legame migliore tra comunicazione e democrazia. Se infatti esiste, e viene lamentato, un legame negativo – quello che appartiene alla sfera della manipolazione, della disinformazione, della propaganda – ce n’è anche uno positivo, capace di espandere partecipazione e diritti, capace di estendere la nostra democrazia. Ecco, mentre ci avviciniamo al 25 aprile, vorrei invitarvi a ragionare intorno a una domanda che con il rapporto tra comunicazione e democrazia ha molto a che fare. Questa: i nostri mass media sono antifascisti?

Leggi tutto...

News - Italia

di Azra Nuhefendić da BalcaniCaucaso.org del 5/4/2018 - Dopo più di un quarto di secolo una funivia collega nuovamente Sarajevo al monte Trebević. Dove non sono arrivate le istituzioni è arrivato un fisico nucleare olandese. Il 6 aprile è la festa di Sarajevo. In quella data, nel 1945, i partigiani avevano liberato la città dall’occupazione nazi-fascista. Quest’anno, per quella data, è prevista l’apertura della nuova funivia che, dopo ventisei anni, collegherà nuovamente il centro della città con il monte Trebević. La vecchia funivia aveva funzionato fino all’inizio della guerra degli anni Novanta. Era uno dei simboli della città e subì la sorte degli altri emblemi: fu distrutta nei primi giorni del conflitto.

Leggi tutto...

News - Europa

di Stefano Lusa da BalcaniCaucaso.org del 4/4/2018 - In Slovenia le elezioni parlamentari sono previste entro giugno. Alla vigilia del voto sembrano delinearsi scenari già visti nella passate tornate elettorali. Saranno probabilmente ancora una volta gli orfani della Democrazia Liberale a consegnare il paese nelle mani di un nuovo leader. La stella di questa tornata pare essere Marjan Šarec, il sindaco di Kamnik salito alla ribalta alle scorse elezioni presidenziali, quando fece sudare le proverbiali sette camice al presidente uscente Borut Pahor, dato alla vigilia del voto per indiscusso vincitore. Per farcela Pahor dovette arrivare al secondo turno, dove riuscì ad imporsi con una maggioranza tutt’altro che schiacciante.

Leggi tutto...

News - Europa

di Henri Schmit da LaVoce.info del 4/4/2018 - Con le elezioni del 4 marzo i cittadini hanno eletto un parlamento che rischia di rimanere senza maggioranza. L’intransigenza di partiti e gruppi parlamentari potrebbe dipendere dalle rigidità della legge elettorale e in particolare dalle liste bloccate. Piani post-elettorali stravolti. Negli intenti di coloro che l’hanno progettata, la legge elettorale 165/2017 doveva tenere a bada il Movimento 5 stelle e garantire una vittoria facile a una coalizione fra le due principali forze moderate, Partito democratico e Forza Italia (vedi dichiarazioni di Francesco Boccia, Omnibus La7, 21 marzo 2018).

Leggi tutto...

News - Notizie

di Diego Zandel da Balcani Caucaso.org del 8/3/2018 - Una narrazione che rende i sapori del Carso e del mare. E che racconta della capacità di riconoscere l'amore. Una recensione. Si respira il Carso e, a tratti, l’aria di mare che spira dal golfo di Trieste nel romanzo, edito da La nave di Teseo, “La figlia che vorrei” di Tatjana Rojc, scrittrice della minoranza slovena in Italia. Un romanzo che, nelle immagini che la scrittura sa suscitare, alterna i campi lunghi dell’altopiano ai primi piani degli interni; dai piccoli villaggi sparsi, con i refoli della bora che agitano la bassa vegetazione tra le rocce, gli orti, i muretti di sassi, agli ambienti illuminati da una luce di neve, con i tavoli dalla tovaglia a quadretti, piccole librerie, le figure silenziose, uomini e donne di poche parole. Si avverte la frontiera vicina da una certa atmosfera che aleggia tra le pagine.

Leggi tutto...

News - Europa

Altri articoli...

Pagina 3 di 122

3

Quale orizzonte per la sinistra

Indagine SWG per Apertamente

Scarica l'indagine >>>

Galleria fotografica

Consigliati

Guardare al futuro. La politica contro l’inerzia della crisi

Guardare al futuro. La politica contro l’inerzia della crisi
di Franklin D. Roosevelt - a cura di Giuseppe Amari e Maria Paola Del Rossi; prefazione di James K. Galbraith; Roma: Castelvecchi Editore, p. 340.

La nube di vapore

La nube di vapore
di Mario Faraone - Il volume La nube di vapore raccoglie una scelta dei contributi presentati in occasione delle due giornate di studio organizzate dall’associazione Apertamente di Monfalcone, ovvero Integrazione, nuovo confine? (2 ottobre 2010) e...

La Brigata d’Assalto “Triestina” nella Zona di Operazioni Litorale Adriatico Una storia militare 1943 – 1945

La Brigata d’Assalto “Triestina” nella Zona di Operazioni Litorale Adriatico Una storia militare 1943 – 1945
di Enrico Cernigoi - Il libro, dedicato alla storia della Brigata d’Assalto Triestina, ne analizza l’aspetto militare tralasciando ogni riferimento politico già ampiamente analizzato dalla storiografia locale e nazionale. La storia della Brigata...

Contro il fascismo oltre ogni frontiera

Contro il fascismo oltre ogni frontiera
di Marco Puppini - Questo libro di Nerina Fontanot, Anna Digiannantonio e Marco Puppini racconta l’avventura umana e politica straordinaria della famiglia Fontanot, avventura che si svolge attraverso mezza Europa dai primi anni del Novecento sino alla...

Aleksandrinke o les goriciens

Aleksandrinke o les goriciens
di Maria Pia Monteduro da Vespertilla - Inserito nell’interessante collana di gialli I luoghi del delitto, grazie alla quale “i lettori possono indagare aspetti sconosciuti di città notissime o di intere regioni”, il romanzo di Elena De Vecchi...

Di condizione precaria

Di condizione precaria
Nel corso di appena un ventennio il termine precarietà ha assunto una rilevanza
davvero significativa all’interno delle ricerche, delle analisi e delle teorizzazioni
delle scienze sociali.

Chi ha rubato il confine?

Chi ha rubato il confine?
Video - MAURO MANZIN è nato a Trieste nel 1960. Giornalista de Il Piccolo si occupa da oltre vent’anni di Balcani ed Europa dell’est. Ha pubblicato...

Tra padri e figli

Tra padri e figli
Franco Belci, attualmente segretario generale della Cgil del Friuli Venezia Giulia, è padre di due figli con i quali intesse in questo libro un intenso colloquio. Figlio di Corrado, parlamentare della Democrazia...

Il jihadista della porta accanto

Il jihadista della porta accanto
di Fouad Allam Khaled - Che cos'è l'ISIS e cosa si nasconde dietro la proclamazione del "Nuovo Califfato Globale"? Dove ci porterà il jihad lanciato contro l'Occidente che in pochi mesi...

Office at night

Office at night
di Guido Salvini - “Office at night. Appunti non ortodossi di un giudice” è il libro del giudice Guido Salvini ricco di riflessioni e scritti  pensati “quasi sempre a tarda sera nel Palazzo ormai deserto”....

Doppio livello. Come si organizza la destabilizzazione in Italia

Doppio livello. Come si organizza la destabilizzazione in Italia
di Stefania Limiti - L'Italia e un paese sempre in cerca della verità, incapace di fare i conti col proprio passato. Il doppio livello non è la fotografia di una mente diabolica che avrebbe deciso i destini del nostro...

Ulderico e il figlio irrequieto

Ulderico e il figlio irrequieto
Dopo aver sfogliato gli album dei reportage africani di UldericoBressan, giovane ufficiale, serio eimpeccabile nella bella divisa biancae ascoltato i tanti racconti del figlio Carlo

Il nuovo Jihadismo in Nord Africa e nel Sahel

Il nuovo Jihadismo in Nord Africa e nel Sahel
A cura dell’ISPI (Istituto per gli Studi Politica Internazionale)

Le nostre parole

Le nostre parole
di Matteo Orfini - Rompere i paradigmi, ricostruire un linguaggio, il suo linguaggio: questa è la priorità della sinistra, se vuole "tornare avanti", se vuole ricominciare ad essere forza di cambiamento, di fronte...

Il signore del sorriso

Il signore del sorriso
Un racconto travolgente quanto la cavalcata che ha portato in trionfo il personaggio a cui è liberamente ispirato: Silvio Berlusconi. Tra realtà e finzione, l’ironia dell’autrice intesse una storia che si muove al passo di un destino predestinato,...

Il rumore dei morti

Il rumore dei morti
«Nel silenzio profondo, il rumore dei morti – a saperlo ascoltare – diventa musica. I morti hanno fretta più dei vivi che giustizia sia fatta e di andare… dove devono andare». La frase del professor Federico Gerace, protagonista di questo...

L'Orient Express di Dos Passos

L'Orient Express di Dos Passos
Ai luoghi e ai popoli che incontra Dos Passos guarda sempre attraverso la sua lente di viaggiatore occidentale. Non gli è estranea una visione “orientalista”. Tuttavia il libro "Orient Express" offre un ritratto prezioso sia degli osservati che...

La via dei conventi

La via dei conventi
Non un libro sul turismo religioso ma un approfondimento storico sul movimento ustascia in Croazia, prima e durante la Seconda guerra mondiale e sui suoi influssi e riflussi nella Jugoslavia titina. Una ricostruzione fatta sulla base di documenti doplomatici...

Prestiti scaduti

Prestiti scaduti
Sentivo la mancanza di Kostas Charitos. Mi domandavo che ne fosse di lui, se non gli fosse successo qualcosa, proprio come ci capita di pensare per un vecchio amico che non si fa vivo da un po’ di tempo. Ed ecco che è uscito il nuovo romanzo della...

La P2 nei diari segreti di Tina Anselmi

La P2 nei diari segreti di Tina Anselmi
A trent’anni dalla scoperta della P2, per la prima volta disponibili gli appunti segreti di Tina Anselmi, presidente della Commissione parlamentare sulla Loggia segreta, cui erano iscritti militari, agenti dei servizi segreti, parlamentari, ministri,...

La cavalcata dei morti

La cavalcata dei morti
Qualcuno ha bruciato vivo nella sua Mercedes un vecchio magnate della finanza e dell'industria. Forse è stato un ragazzo di banlieu, ma Adamsberg non ci crede. Ha bisogno di prendere tempo. Ed ecco gli arriva, dai boschi della Normandia, un omicidio...

Il memoriale della Repubblica

Il memoriale della Repubblica
«A distanza di oltre trent'anni dal rapimento e dalla morte di Aldo Moro, del cosiddetto memoriale restano duecentoquarantacinque fotocopie, che riproducono gli autografi dell'interrogatorio a cui il prigioniero fu sottoposto dalle Brigate rosse e...

Le stelle che stanno giù

Le stelle che stanno giù
Da una delle più autorevoli giornaliste bosniache, autrice di formidabili reportage per Nazione Indiana e Osservatorio dei Balcani, diciotto cronache, in gran parte inedite.

Metamorfosi etniche

Metamorfosi etniche
Questo libro, tesi di dottorato dell’autore, illustra la storia dei movimenti migratori da e per la Venezia Giulia e le dinamiche di appartenenza nazionale della sua popolazione a partire dallo scoppio della prima guerra mondiale fino al Trattato...
  • 1
  • 2

logo

L'Associazione, senza fini di lucro, ha lo scopo di promuovere e diffondere i valori e la cultura del riformismo, i valori della giustizia sociale e delle libertà civili. Nel solco della storia e della cultura del socialismo democratico e del liberalismo, l'Associazione si propone di affrontare i diversi temi politici, economici e sociali, attraverso il metodo dell'analisi e della discussione.
L'Associazione si propone di realizzare occasioni pubbliche di incontro e dibattito al fine di diffondere e radicare nella società un approccio intellettuale concreto ed oggettivo nell'analisi dei problemi del mondo contemporaneo, con particolare riguardo alla realtà locale/regionale.

Array

NOTA! Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, continuando a navigare nel sito si accetta l'utilizzo dei cookies. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information