Apertamente

di Marco Abram da Balcani Caucaso del 02/11/2018 - Ultimi ingranaggi dello sforzo bellico allora, ultimi nel ricordo oggi. A cento anni dalla fine della Prima guerra mondiale, resta ancora semisconosciuta l'esperienza dei migliaia di prigionieri di guerra russi e serbi portati sul fronte alpino come manodopera coatta a supporto delle forze austro-ungariche. Domenica 4 novembre 2018 ricorreranno i cento anni dall’entrata in vigore dell’Armistizio di Villa Giusti e dalla cessazione delle ostilità tra Italia e Austria-Ungheria. È un’umanità variegata quella che in quei giorni di novembre del 1918 torna a vita civile sul fronte alpino, dove i due eserciti si erano duramente confrontati. Individui dalle diverse provenienze che per anni erano rimasti schiacciati tra i meccanismi di una guerra sempre più totalizzante nelle valli e sulle cime del Trentino - Alto Adige.

Leggi tutto...

News - Mondo

da Il Friuli del 6/11/2018 - Martedì 13 novembre 2018, alle 18.00 al Kulturni dom di Gorizia (via Brass, 20), grazie alla sinergia fra la Casa della cultura slovena e l'Associazione culturale Apertamente  e  con la collaborazione della cooperativa culturale Maja e delle librerie Ubik di Gorizia e Trieste, sarà presentato il nuovo libro di Angelo Floramo “La veglia di Ljuba”. L’ introduzione della serata sarà affidata al giornalista goriziano Andrea Bellavite. “La veglia di Ljuba”, il primo vero romanzo di Angelo Floramo (Bottega Errante Edizioni 2018), che narra della vita intensa di un uomo, esule più per vocazione che per destino, fuori dagli schemi, diventa lo spunto per narrare la storia del Novecento lungo il confine tra Italia e Jugoslavia.

Leggi tutto...

News - Italia

di Enrico Pugliese da Sbialnciamoci del 31/10/2018 - La Brexit avrà conseguenze dirette sull’emigrazione italiana, in un clima sociale, politico e istituzionale radicalmente mutato nei confronti dell’Europa che indica un’inversione di tendenza rispetto al processo di integrazione e al comune sentire di appartenenza all’Unione. A partire dall’inizio di questo decennio, si è assistito a una notevole ripresa dell’emigrazione italiana verso l’estero. Il numero delle partenze è cresciuto di anno in anno e il flusso si è diretto prevalentemente verso un ristretto numero di Paesi europei appartenenti all’Unione, compresa la Gran Bretagna anche dopo la sua uscita dall’Europa, la Brexit. Al rinnovato flusso di uscite dall’Italia ha corrisposto negli ultimi anni un flusso in entrata soprattutto di stranieri. Il che fa del Paese un vero e proprio crocevia migratorio. E questo aspetto è diventato sempre più evidente tal ché nel 2017 gli stranieri soggiornanti in Italia risultavano pari a 5 milioni e 200 mila e i cittadini residenti all’estero pari a poco meno di cinque milioni.

Leggi tutto...

News - Europa

di Ilaria Romeo da Striscia Rossa del 6/11/2018 - Il 9 novembre 1943 il rettore Concetto Marchesi inaugura l’Anno accademico dell’Ateneo di Padova con un discorso sul ruolo del lavoro nella civiltà e sulla indissociabilità tra lavoro e libertà.
“L’Università – dirà quel giorno Marchesi – è la rocca che alimenta il mondo tutto del lavoro […] la via che va dalla scuola all’officina, dai laboratori scientifici alla zolla arata, è oggi certamente assai più larga e diritta che prima non fosse […] la società moderna che apparisse così enormemente complicata rispetto all’antica è invece – non vi sembri eresia – enormemente semplificata grazie al lavoro. Il lavoro c’è sempre stato nel mondo, anzi la fatica imposta come una fatuale dannazione. Ma oggi il lavoro ha sollevato la schiena, ha liberato i suoi polsi, ha potuto alzare la testa e guardare attorno e guardare in su e lo schiavo di una volta ha potuto anche gettare via le catene che avvincevano per secoli l’anima e l’intelligenza sua”.

Leggi tutto...

News - Cultura

di Francesca Fradelloni da Left del 22/10/2018 - Zolle su zolle, costa su costa. In Italia si divora il territorio con abusi e cemento. Un’emergenza. Da alcuni giorni è finalmente iniziato l’iter della legge per contrastare il consumo del suolo che viaggia con un ritmo di 3 mq al secondo. Una legge che intende partire dal lavoro fatto in precedenza. Nella scorsa legislatura, infatti, dopo un lungo lavoro di ascolto, il Parlamento era quasi riuscito ad approvare un testo. Oggi si riprende quella norma, ma, a detta del ministro all’Ambiente Sergio Costa, c’è in aggiunta il bilancio ecologico. Un indicatore per misurare il nostro consumo di risorse, in relazione all’ambiente in cui viviamo. In modo da fare una valutazione di quanto suolo si spreca. «L’ho già detto alle Camere: la legge sul consumo di suolo ha la priorità», ha affermato il ministro.

Leggi tutto...

News - Italia

di Oreste Pivetta da Striscia Rossa del 16/11/2018 - Stiamo a quel che dice lei. Ha messo un like al post di un amico. Sì, un amico con il quale aveva condiviso nella Croce Rossa tanta fatica a distribuire pacchi ai poveri, anche ai poveri negri. Un like innocente. Non s’era accorta, per amicizia, che il post recitava: chiedono le case popolari, gli darei i forni. Il soggetto sono migranti, rom, poveracci d’ogni genere: i forni sono per loro. Non smentisce la signora. Semplicemente non aveva letto, dal verbo leggere. “Non avevo letto in modo approfondito”, precisa. Certo per capire tanto alto concetto si doveva leggere “in modo approfondito” e lei, la senatrice, aveva da pensare a ben altro. D’altra parte vuoi negare un like a un amico? Comunque “quando è venuto fuori il contenuto, ho chiesto scusa”.

Leggi tutto...

News - Italia

da Internazionale del 2/11/2018 - Questo articolo nasce dal lavoro comune di un gruppo di giornali europei, Europe’s far right research network, in vista delle elezioni europee 2019. Ne fanno parte, oltre a Internazionale, Falter (Austria), Gazeta Wyborcza (Polonia), Hvg (Ungheria), Libeŕation (Francia) e Die Tageszeitung (Germania).  Berlino, Jakob Kaiser-Haus, stanza 6630. In questo palazzo nel quartiere amministrativo della capitale tedesca si trova lo studio di registrazione del gruppo parlamentare di Alternative für Deutschland (Alternativa per la Germania, Afd): una piccola stanza con un tramezzo blu e tanto di logo dell’Afd, green screen per lo sfondo dei video, telecamera, un riflettore. Oltre che nella sala stampa, nel viale Unter den Linden, è qui che si confezionano le notizie con cui il partito di estrema destra vuole dirottare i cittadini tedeschi dal Tagesschau, il principale notiziario della televisione pubblica, alle notizie targate Afd.

Leggi tutto...

News - Europa

di Angelo Baglioni da LaVoce.info del 6/11/2018 - Dieci anni fa esplodeva la crisi finanziaria. In “La rete bucata. Le regole e i controlli sulla finanza”, Angelo Baglioni spiega cosa è stato fatto perché non si ripeta. Il quadro non è consolante. Pubblichiamo qui un estratto dell’introduzione al libro. Una massa di nuove regole. Dieci anni or sono, nel settembre del 2008, falliva la banca americana Lehman Brothers. Fu il momento culminante di una crisi finanziaria di portata storica e dalle conseguenze pesantissime. La crisi ha avuto origine nel mondo delle banche, nel quale sono emersi vistosi problemi, relativi sia alla loro gestione sia alle regole e ai controlli su di esse. Ora molti si chiedono: in questo decennio, cosa è stato fatto perché quei problemi venissero risolti? Come hanno reagito i responsabili delle regole e dei controlli sulla finanza: hanno dato una risposta efficace, tale da scongiurare il ripetersi di quegli errori? Il sistema finanziario è oggi più sicuro di dieci anni fa?

Leggi tutto...

News - Economia

di Giovanni Vale Velika Kladuša da Balcani Caucaso del 05/11/2018 -  È la Bosnia a ritrovarsi a dover "difendere" le frontiere esterne dell'Ue. È questo il prezzo da pagare per l'adesione? Se lo chiedono polemicamente alcuni abitanti di Velika Kladuša e Bihać, nuovi snodi della rotta balcanica. Un reportage. Alla fine, il valico di frontiera di Maljevac è stato riaperto. Alle 18 circa di martedì 30 ottobre, le forze dell’ordine bosniache hanno sgomberato in un paio d’ore gli oltre cento migranti che ancora accampavano a pochi metri dalla linea di confine croato-bosniaca. Decine di abitanti di Velika Kladuša, la cittadina bosniaca a ridosso della frontiera, hanno seguito l’operazione dall’alto di una stazione di servizio che sovrasta il valico.

Leggi tutto...

News - Europa

di Michele Polo da LaVoce.info del 23/10/2018 - Preservare fonti di informazione che ricerchino una rigorosa ricostruzione dei fatti resta l’unico argine alle fake news. Per questo i contributi pubblici ai giornali vanno mantenuti. Anche per evitare sospetti di censura da parte del governo. Perché i contributi pubblici ai giornali. Tra i tagli annunciati dal governo nell’ambito della discussione sulla prossima legge di bilancio sono stati evocati anche quelli relativi ai contributi alla stampa, che ammontavano per il 2017 a circa 12 milioni di euro per le pubblicazioni di enti non a scopo di lucro e a 122 milioni di euro per le imprese editrici tradizionali, ancorché costituite in forma di cooperative giornalistiche, come richiesto dalla legge 250/1990.

Leggi tutto...

News - Italia

Altri articoli...

Pagina 2 di 129

2

Galleria fotografica

Consigliati

Guardare al futuro. La politica contro l’inerzia della crisi

Guardare al futuro. La politica contro l’inerzia della crisi
di Franklin D. Roosevelt - a cura di Giuseppe Amari e Maria Paola Del Rossi; prefazione di James K. Galbraith; Roma: Castelvecchi Editore, p. 340.

La nube di vapore

La nube di vapore
di Mario Faraone - Il volume La nube di vapore raccoglie una scelta dei contributi presentati in occasione delle due giornate di studio organizzate dall’associazione Apertamente di Monfalcone, ovvero Integrazione, nuovo confine? (2 ottobre 2010) e...

La Brigata d’Assalto “Triestina” nella Zona di Operazioni Litorale Adriatico Una storia militare 1943 – 1945

La Brigata d’Assalto “Triestina” nella Zona di Operazioni Litorale Adriatico Una storia militare 1943 – 1945
di Enrico Cernigoi - Il libro, dedicato alla storia della Brigata d’Assalto Triestina, ne analizza l’aspetto militare tralasciando ogni riferimento politico già ampiamente analizzato dalla storiografia locale e nazionale. La storia della Brigata...

Contro il fascismo oltre ogni frontiera

Contro il fascismo oltre ogni frontiera
di Marco Puppini - Questo libro di Nerina Fontanot, Anna Digiannantonio e Marco Puppini racconta l’avventura umana e politica straordinaria della famiglia Fontanot, avventura che si svolge attraverso mezza Europa dai primi anni del Novecento sino alla...

Aleksandrinke o les goriciens

Aleksandrinke o les goriciens
di Maria Pia Monteduro da Vespertilla - Inserito nell’interessante collana di gialli I luoghi del delitto, grazie alla quale “i lettori possono indagare aspetti sconosciuti di città notissime o di intere regioni”, il romanzo di Elena De Vecchi...

Di condizione precaria

Di condizione precaria
Nel corso di appena un ventennio il termine precarietà ha assunto una rilevanza
davvero significativa all’interno delle ricerche, delle analisi e delle teorizzazioni
delle scienze sociali.

Chi ha rubato il confine?

Chi ha rubato il confine?
Video - MAURO MANZIN è nato a Trieste nel 1960. Giornalista de Il Piccolo si occupa da oltre vent’anni di Balcani ed Europa dell’est. Ha pubblicato...

Tra padri e figli

Tra padri e figli
Franco Belci, attualmente segretario generale della Cgil del Friuli Venezia Giulia, è padre di due figli con i quali intesse in questo libro un intenso colloquio. Figlio di Corrado, parlamentare della Democrazia...

Il jihadista della porta accanto

Il jihadista della porta accanto
di Fouad Allam Khaled - Che cos'è l'ISIS e cosa si nasconde dietro la proclamazione del "Nuovo Califfato Globale"? Dove ci porterà il jihad lanciato contro l'Occidente che in pochi mesi...

Office at night

Office at night
di Guido Salvini - “Office at night. Appunti non ortodossi di un giudice” è il libro del giudice Guido Salvini ricco di riflessioni e scritti  pensati “quasi sempre a tarda sera nel Palazzo ormai deserto”....

Doppio livello. Come si organizza la destabilizzazione in Italia

Doppio livello. Come si organizza la destabilizzazione in Italia
di Stefania Limiti - L'Italia e un paese sempre in cerca della verità, incapace di fare i conti col proprio passato. Il doppio livello non è la fotografia di una mente diabolica che avrebbe deciso i destini del nostro...

Ulderico e il figlio irrequieto

Ulderico e il figlio irrequieto
Dopo aver sfogliato gli album dei reportage africani di UldericoBressan, giovane ufficiale, serio eimpeccabile nella bella divisa biancae ascoltato i tanti racconti del figlio Carlo

Il nuovo Jihadismo in Nord Africa e nel Sahel

Il nuovo Jihadismo in Nord Africa e nel Sahel
A cura dell’ISPI (Istituto per gli Studi Politica Internazionale)

Le nostre parole

Le nostre parole
di Matteo Orfini - Rompere i paradigmi, ricostruire un linguaggio, il suo linguaggio: questa è la priorità della sinistra, se vuole "tornare avanti", se vuole ricominciare ad essere forza di cambiamento, di fronte...

Il signore del sorriso

Il signore del sorriso
Un racconto travolgente quanto la cavalcata che ha portato in trionfo il personaggio a cui è liberamente ispirato: Silvio Berlusconi. Tra realtà e finzione, l’ironia dell’autrice intesse una storia che si muove al passo di un destino predestinato,...

Il rumore dei morti

Il rumore dei morti
«Nel silenzio profondo, il rumore dei morti – a saperlo ascoltare – diventa musica. I morti hanno fretta più dei vivi che giustizia sia fatta e di andare… dove devono andare». La frase del professor Federico Gerace, protagonista di questo...

L'Orient Express di Dos Passos

L'Orient Express di Dos Passos
Ai luoghi e ai popoli che incontra Dos Passos guarda sempre attraverso la sua lente di viaggiatore occidentale. Non gli è estranea una visione “orientalista”. Tuttavia il libro "Orient Express" offre un ritratto prezioso sia degli osservati che...

La via dei conventi

La via dei conventi
Non un libro sul turismo religioso ma un approfondimento storico sul movimento ustascia in Croazia, prima e durante la Seconda guerra mondiale e sui suoi influssi e riflussi nella Jugoslavia titina. Una ricostruzione fatta sulla base di documenti doplomatici...

Prestiti scaduti

Prestiti scaduti
Sentivo la mancanza di Kostas Charitos. Mi domandavo che ne fosse di lui, se non gli fosse successo qualcosa, proprio come ci capita di pensare per un vecchio amico che non si fa vivo da un po’ di tempo. Ed ecco che è uscito il nuovo romanzo della...

La P2 nei diari segreti di Tina Anselmi

La P2 nei diari segreti di Tina Anselmi
A trent’anni dalla scoperta della P2, per la prima volta disponibili gli appunti segreti di Tina Anselmi, presidente della Commissione parlamentare sulla Loggia segreta, cui erano iscritti militari, agenti dei servizi segreti, parlamentari, ministri,...

La cavalcata dei morti

La cavalcata dei morti
Qualcuno ha bruciato vivo nella sua Mercedes un vecchio magnate della finanza e dell'industria. Forse è stato un ragazzo di banlieu, ma Adamsberg non ci crede. Ha bisogno di prendere tempo. Ed ecco gli arriva, dai boschi della Normandia, un omicidio...

Il memoriale della Repubblica

Il memoriale della Repubblica
«A distanza di oltre trent'anni dal rapimento e dalla morte di Aldo Moro, del cosiddetto memoriale restano duecentoquarantacinque fotocopie, che riproducono gli autografi dell'interrogatorio a cui il prigioniero fu sottoposto dalle Brigate rosse e...

Le stelle che stanno giù

Le stelle che stanno giù
Da una delle più autorevoli giornaliste bosniache, autrice di formidabili reportage per Nazione Indiana e Osservatorio dei Balcani, diciotto cronache, in gran parte inedite.

Metamorfosi etniche

Metamorfosi etniche
Questo libro, tesi di dottorato dell’autore, illustra la storia dei movimenti migratori da e per la Venezia Giulia e le dinamiche di appartenenza nazionale della sua popolazione a partire dallo scoppio della prima guerra mondiale fino al Trattato...
  • 1
  • 2

logo

L'Associazione, senza fini di lucro, ha lo scopo di promuovere e diffondere i valori e la cultura del riformismo, i valori della giustizia sociale e delle libertà civili. Nel solco della storia e della cultura del socialismo democratico e del liberalismo, l'Associazione si propone di affrontare i diversi temi politici, economici e sociali, attraverso il metodo dell'analisi e della discussione.
L'Associazione si propone di realizzare occasioni pubbliche di incontro e dibattito al fine di diffondere e radicare nella società un approccio intellettuale concreto ed oggettivo nell'analisi dei problemi del mondo contemporaneo, con particolare riguardo alla realtà locale/regionale.

Array

NOTA! Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, continuando a navigare nel sito si accetta l'utilizzo dei cookies. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information